Solidarietà

Il 18 settembre colletta nazionale in tutte le Chiese per il sisma

Il 18 settembre colletta nazionale in tutte le Chiese per il sisma

Nella notte del 24 agosto tre violente scosse di terremoto hanno colpito le province di Rieti, Ascoli Piceno, di Perugia e di Fermo, causando un numero imprecisato di morti e di sfollati, danni ingenti e il crollo di numerose abitazioni e di alcune chiese in modo particolare nei centri di Accumoli (Rieti), Arquata del Tronto (Ascoli Piceno) ed Amatrice (Rieti).«Dinanzi alla notizia del terremoto che ha colpito il centro d’Italia – ha detto Papa Francesco questa mattina -, devastando intere zone e lasciando morti e feriti, non posso non esprimere il mio grande dolore e la mia vicinanza a tutte le persone presenti nei luoghi colpiti dalle scosse, a tutte le persone che hanno perso i loro cari e a quelle che ancora si sentono scosse dalla paura e dal terrore». «Vi chiedo di unirvi a me nella preghiera, affinché il Signore Gesù, che si è sempre commosso dinanzi al dolore umano, consoli questi cuori addolorati e doni loro la pace per l’intercessione della Beata Vergine Maria», ha concluso il Pontefice.«La Chiesa che è in Italia – scrivono in un comunicato i Vescovi italiani – si raccoglie in preghiera per tutte le vittime ed esprime fraterna vicinanza alle popolazioni coinvolte in questo drammatico evento. Le diocesi, la rete delle parrocchie, degli istituti religiosi e delle aggregazioni laicali sono invitate ad alleviare le difficili condizioni in cui le persone sono costrette a vivere». E in conseguenza al sisma la Presidenza della CEI ha disposto l’immediato stanziamento di 1 milione di euro dai fondi dell’otto per mille per far fronte alle prime urgenze e ai bisogni essenziali.

Il Presidente di Caritas Italiana, S.Em. card. Francesco Montenegro, Arcivescovo di Agrigento, e don Francesco Soddu, Direttore di Caritas Italiana, hanno espresso piena solidarietà ai Vescovi delle Diocesi di Fermo, Ascoli Piceno e Rieti assicurando la preghiera per le vittime e le loro famiglie, e il pronto impegno in favore delle persone colpite. Caritas Italiana si è subito attivata con i suoi operatori sul posto per coordinare gli sforzi delle Caritas coinvolte e di quelle che hanno già offerto disponibilità ad intervenire da tutta Italia e anche dall’estero. Solidarietà in tal senso è stata espressa anche da Caritas Internationalis attraverso il suo Segretario Generale Michel Roy. In stretto contatto con i delegati regionali delle Marche e del Lazio, in cui ricadono i principali centri colpiti dal sisma, Caritas Italiana cerca di farsi prossima con il sostegno materiale, valutando in questa prima fase le esigenze che emergono nelle comunità provate dal sisma.

La Presidenza della CEI ha inoltre indetto una colletta nazionale, da tenersi in tutte le Chiese italiane domenica 18 settembre 2016, in concomitanza con il 26° Congresso Eucaristico Nazionale, come frutto della carità che da esso deriva e di partecipazione di tutti ai bisogni concreti delle popolazioni colpite. «Un segno concreto – ha sottolineato don Francesco Soddu – di comunione e di vicinanza delle Chiese che sono in Italia a quanti sono stati colpiti da questa tragedia».

Le offerte raccolte nella Colletta nazionale dovranno essere inviate a Caritas Italiana, Via Aurelia 796 – 00165 Roma, utilizzando il conto corrente postale n. 347013 o mediante bonifico bancario su Banca Popolare Etica, via Parigi 17, Roma – Iban: IT 29 U 05018 03200 000000011113 specificando nella causale “Colletta terremoto centro Italia”.

È possibile contribuire anche tramite altri canali, tra cui:

  • on line
  • Banca Prossima, piazza della Libertà 13, Roma – Iban: IT 06 A 03359 01600 100000012474
  • Banco Posta, viale Europa 175, Roma – Iban: IT91 P076 0103 2000 0000 0347 013
  • UniCredit, via Taranto 49, Roma – Iban: IT 88 U 02008 05206 000011063119.
Qui il pdf del comunicato di Caritas Italiana: terremotocomunicato
siama2

 

Posted by Giada Bellucci in Emergenze e Appelli
Ricerca Volontari Mensa SOS 2016

Ricerca Volontari Mensa SOS 2016

Dal 1 al 28 agosto la Mensa di San Paterniano chiude per sanificazione dei locali.

Quest’anno la Parrocchia Gran Madre di Dio in San Lazzaro, ospiterà per la prima volta la Mensa SOS-titutiva; precedentemente organizzata presso i locali del Centro “RiCibiAmo” in  Via Piave.

La Mensa SOS-titutiva è un’opera di assistenza ai poveri che per circa un mese all’anno (1-28 agosto),  supplisce alla necessaria sospensione del servizio mensa della città.

I poveri richiedono accoglienza  anche in estate.

Il servizio è un modo per restituire loro la dignità di essere umani e per sperimentare sé stessi nella cura e nell’amore verso i bisognosi.

Se hai voglia di provare un’esperienza di volontariato leggi la locandina:

 

Posted by Giada Bellucci in eventi
Progetto “Warm Up”: il calore della Misericordia

Progetto “Warm Up”: il calore della Misericordia

In occasione dell’ultimo Convegno Nazionale di Caritas Italiana, è stata presentata l’iniziativa “Warm Up”. Letteralmente -riscaldare- in lingua inglese.

L’obiettivo è donare ulteriore sostegno alle ricerche in mare dei profughi che attraversano il Mediterraneo.

Questa è un’ulteriore risposta sul fronte dell’accoglienza; infatti i migranti recuperati in mare si trovano in condizioni difficili, stanchi, affamati e a rischio ipotermia. Quest’ ultima è una condizione clinica che causa l’arresto cardiaco, dovuta a permanenza con protezione inadeguata, per lungo tempo,  in ambienti particolarmente freddi come il mare.

Il primo stock di 1000 kit ( composti di tute, biancheria intima  e scarpe) è stato acquistato da Caritas Germania.

E’ necessario, per la vita di questi fratelli,  continuare con la fornitura  di ulteriori kit.

Vi invitiamo quindi  a comunicarci la vostra eventuale disponibilità al sostegno dell’iniziativa.

Il costo di ogni kit è 20 euro.

Banca Popolare Etica, Via Parigi 17, Roma

IBAN: IT29 UO50 1803 2000 0000 0011 113

BIC/SWIFT:CCRTIT84A

Per maggiori informazioni contattare l’Ufficio Immigrazione di Caritas Italiana: immigrazione@caritas.it

 

 

 

Posted by Giada Bellucci in Emergenze e Appelli, eventi
Come sostenere il progetto “Sulla Strada di Casa”

Come sostenere il progetto “Sulla Strada di Casa”

Il Progetto Sulla Strada di casa nasce dalla  concreta riflessione che l’attuale situazione di crisi economica rende ad oggi insufficienti gli interventi fatti e  che il problema abitativo per le persone in situazioni di povertà estrema si sta ampliando per i singoli e le famiglie più fragili (nuclei monoparentali ,mono reddito, disoccupati da lungo tempo, ecc)

Servizi aggiuntivi del progetto e come puoi aiutarci:

Il progetto mira a coinvolgere privati che abbiano case da affittare all’interno del territorio della nostra Diocesi e che desiderino contribuire nel sostenere singoli e famiglie in difficoltà. Il pagamento del canone di affitto concordato e il rispetto dei patti stabiliti sarà garantito dal progetto “Sulla Strada di Casa” che sosterrà educativamente ed economicamente le famiglie e i singoli in carico.

Ente titolare del progetto è la Fondazione Caritas Fano onlus mentre l’ente gestore è la Cooperativa Crescere. 

Obiettivi principali del progetto “Sulla strada di casa” sono:

  • Sostenere e educare le persone in difficoltà da tempo conosciute e seguite dal Centro d’ascolto della Caritas Diocesana, dall’assistente sociale dell’ATS (all’interno dei progetti sulla povertà estrema e relativa) e dai Servizi Sociali territoriali, attraverso la realizzazione di un progetto individuale di sostegno (PIS) che li aiuti a superare le loro difficoltà economico-lavorative.
  • creare e gestire una struttura residenziale di seconda accoglienza (alloggio sociale per adulti in difficoltà autorizzata ai sensi della LR. 20/2002) e due mini-appartamenti (housing sociale per piccoli nuclei familiari o mono-parentali) comprensivi di operatore per l’accompagnamento degli ospiti.
  • Creazione di un’equipe Territoriale Disagio Abitativo (formata da vari soggetti, pubblici e privati) che possono sperimentare una modalità di lavoro in rete, per la realizzazione del Progetto individualizzato di sostegno e per l’ottimizzazione e il coordinamento dei servizi e delle risorse presenti sul territorio.

 

Quindi se hai un appartamento da affittare e vuoi renderlo strumento di sostegno,  per chi vive una situazione di disagio abitativo, contattaci pure! 

Contatti:

  • FONDAZIONE CARITAS FANO Via Rinalducci, 11 – Fano (PU)
Tel/Fax 0721 827351
e-mail: info@caritasfano.net

 

  • COOPERATIVA CRESCERE Coordinatrice Dott.ssa Cora Falcioni Via Arco d’augusto, 24-Fano (PU)

Tel  0721 830758 Fax 0721/833133
e-mail: sullastradadicasa@cooperativacrescere.it

Posted by Giada Bellucci in news
Cene Contemporanee di Solidarietà: 17 e 19 giugno

Cene Contemporanee di Solidarietà: 17 e 19 giugno

IL PROGETTO “NONSPRECO. – SCARTI + CIBO E LAVORO”  DA QUATTRO ANNI SI IMPEGNA PER RECUPERARE PRODOTTI DI PRIMA NECESSITA’  A FAVORE DI FAMIGLIE IN CONDIZIONE DI DISAGIO ECONOMICO.

Per sostenerlo sono state organizzate delle cene contemporanee di solidarietà. Si chiamano contemporanee perché si svolgeranno tutte in un ristretto periodo di tempo.

Abbiamo immaginato una classica cena di autofinanziamento, ma con la particolarità di non essere limitata ad un singolo luogo, ma di essere invece diffusa sul territorio, in tanti posti diversi, ciascuno gestita da diverse realtà di qualunque tipo. Questo perché pensiamo che alle emergenze sociali e ambientali come quelle che stiamo vivendo bisogna dare risposte solidali, recuperando lo spirito autentico di una comunità che si impegna per il bene comune.

Le cene, ad ora in programma sono:

-Venerdì 17 giugno, alle ore 20.00 presso lo Spazio ae, in Via Borsellino 14, Fano;

Si svolgerà una cena  bio il cui incasso sarà interamente destinato a sostenere il progetto “NonSpreco. – Scarti + Cibo e Lavoro”.  Il momento è organizzato da Emporio ae e Spazio ae, assieme ai ragazzi della comunità Irs L’Autora di Fenile. 

La cena è aperta a chiunque voglia partecipare per conoscere meglio il progetto.

Offerta base: 15 €.

-Domenica 19 giugno, alle ore 20.00 presso la Parrocchia di San Pio X, Via Liguria, Fano; 

La Caritas Parrocchiale di San Pio X, che già beneficia per i propri assistiti dei prodotti raccolti attraverso il progetto NonSpreco, organizza una cena di raccolta fondi per sostenerlo.

Prenotazioni: Roberto 335 5891258. La cena è aperta a tutti.

Quota minima di partecipazione: 10 €.

Per ulteriori informazioni: www.nonspreco.it

Cena-contemporanea-San-PioX Cena-contemporanea-Gerico-Copia

 

Posted by Giada Bellucci in eventi