Mediterraneo

Percorso di fotografia a Fano: “Se fotograFAndO…”

Percorso di fotografia a Fano: “Se fotograFAndO…”

È partito lo scorso 7 Aprile il percorso di fotografia “Se fotograFANdO…” organizzato dall’ associazione Giustizia e Pace, Caritas Diocesana di Fano Fossombrone Cagli Pergola e L’Africa Chiama in occasione della V edizione della “Settimana regionale della Pace: Se vuoi la pace prepara la pace” organizzata dall’Università per la Pace.

Il progetto è rivolto a 10 ragazzi richiedenti asilo, ospiti dei centri d’accoglienza della coop. Labirinto (Belgatto e Roccosanbaccio), e si articola in 4 laboratori, tenuti dall’esperto di fotografia e reportage Matthias Canapini. L’obiettivo è quello di creare un momento di formazione per i richiedenti asilo, tutti provenienti dall’Africa, in cui esprimere le proprie capacità artistiche individuali e in cui raccontare, attraverso la fotografia, qualcosa di sé, della propria storia e della vita quotidiana.

Il primo appuntamento si è aperto con una breve introduzione alle regole e alle tecniche di base della fotografia, che Canapini ha illustrato ai ragazzi attraverso le foto dei suoi numerosi viaggi nell’Est Europa e nell’Estremo Oriente. L’incontro si è concentrato soprattutto sulla scelta del soggetto e la possibilità di raccontare storie attraverso la fotografia: l’obbiettivo è di privilegiare il punto di vista dei ragazzi per offrire una diversa lettura del nostro territorio e delle persone che lo abitano. Sono previsti due  laboratori pratici: uno, in cui i ragazzi si eserciteranno con la tecnica del foto-ritratto, e un secondo, dove i “fotografi” avranno modo di migliorare la conoscenza del centro storico di Fano e di cogliere alcuni scorci caratteristici, supportati e consigliati da Canapini. Infine, l’ultimo incontro prevederà una riflessione collettiva sul percorso e sulle foto scattate in modo da selezionare le immagini che i partecipanti vorranno esporre durante la mostra presso la chiesa di S. arcangelo aperta dal 19 al 25 Maggio p.v.. L’esposizione fotografica sarà il culmine del progetto ed ospiterà, oltre alle foto, anche la presentazione dell’ultimo libro di Matthias Canapini “Eurasia express” e un piccolo aperitivo seguito da un concerto di Jabel Kanuteh, giovane musicista originario del Mali, che suonerà la Kora, strumento a corde tipico dell’Africa occidentale, a conclusione dell’evento.

Speriamo vivamente in una partecipazione attiva di tutta la cittadinanza per creare un momento di sensibilizzazione al tema dell’immigrazione e un’occasione di condivisione scambio.

 

Posted by Giada Bellucci in eventi, news, Senza categoria
Ciclo di Incontri “Immigrazione e Povertà: chi parte, chi fugge, chi accoglie”- Parrocchia Santa Maria Goretti in Sant’Orso

Ciclo di Incontri “Immigrazione e Povertà: chi parte, chi fugge, chi accoglie”- Parrocchia Santa Maria Goretti in Sant’Orso

La Caritas Parrocchiale “Santa Maria Goretti”, nel quartiere Sant’Orso di Fano,  in collaborazione con la Caritas Diocesana, è lieta di invitarVi al Ciclo di Incontri “Immigrazione e Povertà: chi parte, chi fugge, chi accoglie”.
Gli incontri si terranno presso i locali parrocchiali e con la presenza di esperti, testimoni, relatori e sacerdoti sarà un’ occasione di dialogo, confronto e formazione aperto a tutti, su un tema importante, delicato ed attuale.
Il primo incontro sarà SABATO 8 APRILE alle ore 17.00 con la presenza dell’associazione Papa Giovanni XXIII, direttamente impegnata nel servizio nelle terre della fuga come Siria e Libano e del Vicario Pastorale don Marco Presciutti. 
Termineremo la serata insieme con una Cena Etnica con la presenza di piatti tipici Africani.
Per poterci organizzare al meglio chiediamo gentilmente l’adesione alla cena entro GIOVEDI’ 6 APRILE ore 12.00.
Tutte le altre informazioni nella locandina allegata

 

Posted by Giada Bellucci in eventi, news, Senza categoria
Un’ OASI per gli stranieri presenti sul territorio

Un’ OASI per gli stranieri presenti sul territorio

Avviato da L’Africa Chiama un servizio di orientamento sanitario gratuito per stranieri

 

L’Africa Chiama non può ignorare i sempre più rilevanti bisogni sanitari che coinvolgono gli stranieri presenti sul nostro territorio. Le difficoltà legate all’integrazione e all’accesso ai servizi mettono alla prova i nostri sistemi di welfare. Nell’ottica di creare utili e necessarie sinergie tra associazioni ed enti pubblici, è stato avviato a gennaio 2016 il progetto O.A.S.I. – Orientamento alla Salute per Immigrati, progetto che vede il supporto finanziario di Fondazione Cariverona e la partnership di Università di Urbino, Asur Marche Nord e Associazione Nuovorizzonte, costituita da immigrati della Provincia.

L’obiettivo è favorire l’accesso ai servizi sanitari da parte della popolazione straniera, spesso emarginata da questo punto di vista, a causa di difficoltà linguistiche, differenze culturali e mancanza di risorse finanziarie.

Spesso non si considera che, oltre a importanti questioni etiche, il rischio di esclusione di una parte rilevante della popolazione dai percorsi di prevenzione e salute rappresenta altresì un costo elevato per le casse pubbliche, perché può provocare il sovraffollamento del pronto soccorso e può generare inefficienze nei servizi.

Ad aprile è stato realizzato  un percorso di formazione destinato a mediatori, operatori sociali e volontari ed ha visto la partecipazione di più di 40 cittadini interessati; ora si procede con l’avvio del servizio di accompagnamento sanitario presso le strutture Asur Marche Nord da parte di mediatrici (al momento di lingua albanese, romena, araba, francese, inglese) che facilitino il rapporto medico-paziente. Il servizio è attivo presso il Palazzo di Vetro, Via IV Novembre, Fano, nei seguenti orari: Ginecologia e Ostetricia martedì e giovedì 8,30-12,30; Front Office martedì 15-17 e giovedì 14,30-16,30. Inoltre, è attivo negli stessi giorni e orari, il numero di telefono 389 6308078 a disposizione di tutti gli interessati.

Infine, ogni mercoledì pomeriggio, è possibile trovare le mediatrici dalle 15 alle 17 presso la sede de L’Africa Chiama Onlus in Via Giustizia, 6/d, Fano, per un incontro diretto e per informazioni. Il servizio è completamente gratuito ed è destinato a tutte le persone straniere del nostro territorio che si trovano in difficoltà nell’accesso ai servizi sanitari.

L’AFRICA CHIAMA onlus-ong
info@lafricachiama.org Tel. 0721.865159; 389 6308078 – www.lafricachiama.org

 

comunicato stampa l’africa chiama

 

 

Posted by Giada Bellucci in news
Scuola di Pace  2016

Scuola di Pace 2016

La tredicesima edizione “Scuola di Pace Carlo Urbani”, quest’anno si compone di quattro incontri:

-13 febbraio 2016 ore 16.30

L’enciclica “Laudato sì”  e la sfida ambientale; relatore Luciano Benini

-20 febbraio 2016 ore 16.30

Laudato sì: parole da mettere in pratica; Tavola rotonda

-27 febbraio 2016 ore 16.30

Il dialogo interreligioso in Tarrasanta e in Medio oriente; relatore Abuna Mario Cornioli

-5 marzo 2016 ore 16.30

Terra, cibo e lavoro: viaggio in cerca di diritti umani; relatrici Cristina Molfetta  e Manuela De Marco

IL 30 GENNAIO, sarà possibile partecipare alla “MARCIA DELLA PACE”, organizzata dall’Azione Cattolica Diocesana con partenza alle 15.30 dalla stazione ferroviaria di Fano.

Tutti gli incontri della Scuola di Pace sono gratuiti, chi desidera ricevere l’attestato di frequenza potrà richiederlo all’atto dell’iscrizione.

Per gli studenti la partecipazione alla Scuola costituisce credito formativo, maggiorato se unita alla presentazione di una tesina.

Responsabile della Scuola di Pace:
Luciano Benini 3357057132
email: luciano.benini@tin.it
saladellapace@gmail.com

 

Posted by Giada Bellucci in eventi, news
SE QUESTA IMMAGINE…..

SE QUESTA IMMAGINE…..

Se questa immagine di un bambino siriano annegato su una spiaggia del nostro Mediterraneo
non cambierà il nostro atteggiamento
verso i rifugiati e le troppe tragedie dei nostri giorni
cosa potrà mai riuscirci?

 

bambinosiriano

Cosa ci sta succedendo? Cosa siamo diventati?

Queste immagini devono essere viste. Da tutti. Fino a quando non ritroveremo
la nostra umanità.

Guardiamola questa immagine!
Anche se è straziante.
Anche se ci fa stare male.

Guardiamoci dentro.
E domandiamoci se stiamo facendo tutto quello che è giusto fare.

Lasciamo scorrere le nostre lacrime.
E chiediamo perdono per quello che non abbiamo fatto.

Non possiamo sempre fare finta di niente!
Non ci possiamo sempre voltare dall’altra parte.
Non possiamo sempre chiudere gli occhi.

Perugia, 3 settembre 2015 – www.perlapace.it
T 335.6590356 – 075.5736890

 

Posted by Giada Bellucci in news