Famiglia

Agevolazioni previste per il Tributo TARI e per le utenze domestiche del Ciclo Idrico nel comune di Fano

Agevolazioni previste per il Tributo TARI e per le utenze domestiche del Ciclo Idrico nel comune di Fano

Le richieste di accesso al Fondo ASET s.p.a. Anno 2016 per i residenti nel comune di Fano, andranno  compilate ed  esclusivamente presentate presso l’ Ufficio delle Politiche Sociali sito a Fano in via S. Eusebio 32 – dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00- entro e non oltre il 22 dicembre 2016.

Tutti coloro che fossero interessati possono rivolgersi per informazioni al Settore VI Politiche Sociali, negli orari di apertura al pubblico, nella sede di via Sant’Eusebio n. 32 Fano – tel 0721/887483.

VI CONSIGLIAMO  DI LEGGERE ATTENTAMENTE I DOCUMENTI ALLEGATI PER CONOSCERE  I REQUISITI RICHIESTI PER ACCEDERE AL BANDO E LE PROCEDURE PREVISTE.

Scarica il bando pubblicoAvviso_pubblico_per_concessione_agevolazioni_tariffarie-1 (1)

Indicazioni CISL : BANDO TARI E ACQUA_versione stampa

Per famiglie con ISEE non superiore a 7.500 euro  o per famiglie numerose (con più di 3 figli a carico) con ISEE non superiore a 20.000 euro è possibile tramite il servizio Caf CISL prenotare il bonus gas e luce.

Posted by Giada Bellucci in news
SIA: Attività del sostegno per l’Inclusione attiva, partenza delle domande dal 2 settembre

SIA: Attività del sostegno per l’Inclusione attiva, partenza delle domande dal 2 settembre

A partire dal 2 settembre 2016, presso i sevizi sociali dei comuni di Residenza,   potranno essere presentate  le domande per essere ammessi a beneficiare del SIA, Sostegno per l’Inclusione Attiva, la misura nazionale di contrasto alla povertà che prevede l’erogazione di un beneficio economico, condizionata all’adesione ad un progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa, in favore delle famiglie in condizioni di fragilità sociale e disagio economico.

SIA_27_07_2016 (2)-001

Link al video di presentazione e spiegazione del SIA: https://www.youtube.com/watch?v=dT3OU851uT0

Link sito Ministero del Lavoro e Politiche Sociali: http://www.lavoro.gov.it/priorita/Pagine/Da-settembre-via-al-SIA-su-tutto-il-territorio-nazionale.aspx

SIA_27_07_2016 (2)

Posted by Giada Bellucci in news
Ricerca Volontari Mensa SOS 2016

Ricerca Volontari Mensa SOS 2016

Dal 1 al 28 agosto la Mensa di San Paterniano chiude per sanificazione dei locali.

Quest’anno la Parrocchia Gran Madre di Dio in San Lazzaro, ospiterà per la prima volta la Mensa SOS-titutiva; precedentemente organizzata presso i locali del Centro “RiCibiAmo” in  Via Piave.

La Mensa SOS-titutiva è un’opera di assistenza ai poveri che per circa un mese all’anno (1-28 agosto),  supplisce alla necessaria sospensione del servizio mensa della città.

I poveri richiedono accoglienza  anche in estate.

Il servizio è un modo per restituire loro la dignità di essere umani e per sperimentare sé stessi nella cura e nell’amore verso i bisognosi.

Se hai voglia di provare un’esperienza di volontariato leggi la locandina:

 

Posted by Giada Bellucci in news
Come sostenere il progetto “Sulla Strada di Casa”

Come sostenere il progetto “Sulla Strada di Casa”

Il Progetto Sulla Strada di casa nasce dalla  concreta riflessione che l’attuale situazione di crisi economica rende ad oggi insufficienti gli interventi fatti e  che il problema abitativo per le persone in situazioni di povertà estrema si sta ampliando per i singoli e le famiglie più fragili (nuclei monoparentali ,mono reddito, disoccupati da lungo tempo, ecc)

Servizi aggiuntivi del progetto e come puoi aiutarci:

Il progetto mira a coinvolgere privati che abbiano case da affittare all’interno del territorio della nostra Diocesi e che desiderino contribuire nel sostenere singoli e famiglie in difficoltà. Il pagamento del canone di affitto concordato e il rispetto dei patti stabiliti sarà garantito dal progetto “Sulla Strada di Casa” che sosterrà educativamente ed economicamente le famiglie e i singoli in carico.

Ente titolare del progetto è la Fondazione Caritas Fano onlus mentre l’ente gestore è la Cooperativa Crescere. 

Obiettivi principali del progetto “Sulla strada di casa” sono:

  • Sostenere e educare le persone in difficoltà da tempo conosciute e seguite dal Centro d’ascolto della Caritas Diocesana, dall’assistente sociale dell’ATS (all’interno dei progetti sulla povertà estrema e relativa) e dai Servizi Sociali territoriali, attraverso la realizzazione di un progetto individuale di sostegno (PIS) che li aiuti a superare le loro difficoltà economico-lavorative.
  • creare e gestire una struttura residenziale di seconda accoglienza (alloggio sociale per adulti in difficoltà autorizzata ai sensi della LR. 20/2002) e due mini-appartamenti (housing sociale per piccoli nuclei familiari o mono-parentali) comprensivi di operatore per l’accompagnamento degli ospiti.
  • Creazione di un’equipe Territoriale Disagio Abitativo (formata da vari soggetti, pubblici e privati) che possono sperimentare una modalità di lavoro in rete, per la realizzazione del Progetto individualizzato di sostegno e per l’ottimizzazione e il coordinamento dei servizi e delle risorse presenti sul territorio.

 

Quindi se hai un appartamento da affittare e vuoi renderlo strumento di sostegno,  per chi vive una situazione di disagio abitativo, contattaci pure! 

Contatti:

  • FONDAZIONE CARITAS FANO Via Rinalducci, 11 – Fano (PU)
Tel/Fax 0721 827351
e-mail: info@caritasfano.net

 

  • COOPERATIVA CRESCERE Coordinatrice Dott.ssa Cora Falcioni Via Arco d’augusto, 24-Fano (PU)

Tel  0721 830758 Fax 0721/833133
e-mail: sullastradadicasa@cooperativacrescere.it

Posted by Giada Bellucci in news
Cene Contemporanee di Solidarietà: 17 e 19 giugno

Cene Contemporanee di Solidarietà: 17 e 19 giugno

IL PROGETTO “NONSPRECO. – SCARTI + CIBO E LAVORO”  DA QUATTRO ANNI SI IMPEGNA PER RECUPERARE PRODOTTI DI PRIMA NECESSITA’  A FAVORE DI FAMIGLIE IN CONDIZIONE DI DISAGIO ECONOMICO.

Per sostenerlo sono state organizzate delle cene contemporanee di solidarietà. Si chiamano contemporanee perché si svolgeranno tutte in un ristretto periodo di tempo.

Abbiamo immaginato una classica cena di autofinanziamento, ma con la particolarità di non essere limitata ad un singolo luogo, ma di essere invece diffusa sul territorio, in tanti posti diversi, ciascuno gestita da diverse realtà di qualunque tipo. Questo perché pensiamo che alle emergenze sociali e ambientali come quelle che stiamo vivendo bisogna dare risposte solidali, recuperando lo spirito autentico di una comunità che si impegna per il bene comune.

Le cene, ad ora in programma sono:

-Venerdì 17 giugno, alle ore 20.00 presso lo Spazio ae, in Via Borsellino 14, Fano;

Si svolgerà una cena  bio il cui incasso sarà interamente destinato a sostenere il progetto “NonSpreco. – Scarti + Cibo e Lavoro”.  Il momento è organizzato da Emporio ae e Spazio ae, assieme ai ragazzi della comunità Irs L’Autora di Fenile. 

La cena è aperta a chiunque voglia partecipare per conoscere meglio il progetto.

Offerta base: 15 €.

-Domenica 19 giugno, alle ore 20.00 presso la Parrocchia di San Pio X, Via Liguria, Fano; 

La Caritas Parrocchiale di San Pio X, che già beneficia per i propri assistiti dei prodotti raccolti attraverso il progetto NonSpreco, organizza una cena di raccolta fondi per sostenerlo.

Prenotazioni: Roberto 335 5891258. La cena è aperta a tutti.

Quota minima di partecipazione: 10 €.

Per ulteriori informazioni: www.nonspreco.it

Cena-contemporanea-San-PioX Cena-contemporanea-Gerico-Copia

 

Posted by Giada Bellucci in eventi, news
L’accoglienza possibile

L’accoglienza possibile

Giorgia e Mauro vengono da Faenza e sono genitori di tre splendidi bambini.

Domenica 13 marzo alle ore 16.00, presso la Chiesa di Sant’Andrea di Suasa, ci testimonieranno la loro esperienza di Famiglia Accogliente.

Le Famiglie hanno la possibilità di aprirsi alla  Misericordia attraverso mille modi possibili; grazie alla fantasia creativa dello Spirito Santo.

In quest’occasione ascolteremo come è possibile vivere la condivisione e l’Amore  attraverso il progetto Protetto-Rifugiato a casa mia.

Accoglienza Possibile

Posted by Giada Bellucci in news
Progetto: PROTETTO- Rifugiato a casa mia

Progetto: PROTETTO- Rifugiato a casa mia

In quest’anno di Misericordia, Caritas Diocesana ha aderito al progetto di Caritas Italiana “Rifugiato a Casa mia”, che si occupa di accogliere i nostri fratelli migranti all’interno delle famiglie, che diventeranno così perno del progetto.

All’Angelus del 6 settembre scorso, il Santo Padre “di fronte alla tragedia di decine di migliaia di profughi che fuggono dalla morte per la guerra e per la fame, e sono in cammino verso una speranza di vita” ci invitava ad essere loro prossimi e “a dare loro una speranza concreta”. Da qui,  l’accorato appello di Papa Francesco “alle parrocchie, alle comunità religiose, ai monasteri e ai santuari di tutta Europa ad esprimere la concretezza del Vangelo e accogliere i profughi”.La Conferenza Episcopale Italiana, ha subito accolto con gratitudine l’appello del Papa, rinnovando la disponibilità a curare le ferite di chi è in fuga con la solidarietà e l’attenzione, riscoprendo la forza liberante delle opere di misericordia corporale e spirituale. Il progetto : PROTETTO- Rifugiato a casa mia, va proprio in questa direzione.

Chi desidera ulteriori informazioni su come aderirvi,  può contattarci inviando una mail a:

  • info@caritasfano.net
  • saladellapace@gmail.com

rifugiato a casa mia

rifugiato  a casa mia 2

 

Posted by Giada Bellucci in eventi, news, Progetti
PRESTITO DELLA SPERANZA

PRESTITO DELLA SPERANZA

PRESTITO DELLA SPERANZA

Progetto della CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA INSIEME AD INTESA SANPAOLO

Dal 2 marzo 2015, attraverso la rete delle Caritas diocesane, il “Prestito della Speranza 3.0″ viene riproposto su tutto il territorio nazionale nelle filiali specializzate del gruppo Intesa Sanpaolo.

L’obiettivo è quello di erogare finanziamenti garantiti da un fondo di 25 milioni di euro costituito da risorse della CEI, provenienti dall’8×1000 e affidato a Banca Prossima, la banca del gruppo dedicata al no profit laico e religioso.

Il “Prestito della Speranza 3.0” si articola in due distinte forme di credito:

“Credito sociale”, destinato alle famiglie disagiate, con un prestito di importo massimo di 7.500 euro erogato in 6 rate bimensili di € 1.250 ciascuna come forma di sostegno al reddito.

“Credito fare impresa”, destinato alle microimprese a bassa capitalizzazione o di nuova costituzione, con un prestito erogato in unica soluzione dell’importo massimo di € 25.000. Particolare attenzione verrà rivolta ai giovani under 40.

I tassi applicati, che si avvalgono del funding BCE (TLTRO) e della garanzia assicurata dalla CEI, sono fissi e pari al 2,50% per i prestiti erogati alle famiglie, con una rata mensile media indicativa di 138 euro e al 4,60% per le microimprese, con una rata/mese stimata in 468 euro. La durata del prestito è di complessivi 6 anni di cui 5 di ammortamento che decorre dopo 12 mesi dall’erogazione.

Queste tutte le novità del “Prestito della Speranza 3.0”:

Allargamento dei Target di progetto: dal sostegno alle fasce più deboli della popolazione al finanziamento di microimprese per favorire la nuova imprenditorialità e la creazione di più posti di lavoro.

– Collaborazione esclusiva con Intesa Sanpaolo.

Modifica/flessibilità del meccanismo di garanzia, con l’effetto di aumentare il moltiplicatore e quindi il rapporto tra il plafond disponibile e il fondo di garanzia;

– Maggiore integrazione del processo di valutazione: la valutazione e selezione delle richieste di accesso al prestito verrà gestita in stretta sinergia tra gli uffici diocesani e l’associazione VOBIS;

– Sperimentazione di nuovi criteri di bancabilità: nell’ambito dell’accordo potranno essere attivate iniziative sperimentali su specifiche categorie di soggetti per ridefinire il perimetro di bancabilità;

Il Prestito della Speranza 3.0 non si rivolge soltanto a categorie fragili, rese oggi più vulnerabili dal contesto economico-sociale (over fifty espulsi dal sistema produttivo, nuovi italiani, genitori separati, coppie di lavoratori non stabilizzati) ma fissa due focus specifici, oggetto di iniziative dedicate: i progetti di vita e di autoimprenditorialità dei giovani e le imprese start up.

Per ulteriori informazioni:

– leggi i requisiti di ammissibilità al prestito cliccando sul seguente link: requisiti PDS

– contatta la Caritas diocesana: tel. 0721/827351 – e-mail: info@caritasfano.net

– recati al Centro di Ascolto diocesano negli orari di apertura: lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9.30 alle 12.15, martedì dalle 15.00 alle 18.00.

Gli operatori sono disponibili anche su appuntamento in altri orari.

 

 

Posted by Michela Pagnini in news