Giornata mondiale dei poveri, 19 novembre 2017: “Non amiamo a parole ma con i fatti”

Tratto da: Caritas Italiana

Riportiamo il Messaggio di presentazione della I Giornata Mondiale dei Poveri  - istituita da Papa Francesco al termine del Giubileo della Misericordia e che si celebrerà quest’anno il 19 novembre 2017 – nel quale viene proposto il tema  “Non amiamo a parole ma con i fatti”, riprendendo, in filigrana, tutto il suo apostolato.

In primo luogo nel titolo, c’è il richiamo alla concretezza: «Figlioli, non amiamo a parole né con la lingua, ma con i fatti e nella verità» (1 Gv 3,18) che fa riecheggiare quanto disse a Firenze ai vescovi e alla Chiesa italiana:

- “Non mettere in pratica, non condurre la Parola alla realtà, significa costruire sulla sabbia, rimanere nella pura idea e degenerare in intimismi che non danno frutto, che rendono sterile il suo dinamismo”-.

Il Papa richiama tutti i temi sensibili già trattati nei documenti del suo Magistero.

I poveri sono persone da incontrare, accogliere, amare. La povertà non è un’entità astratta, ma “ha il volto di donne, di uomini e di bambini sfruttati per vili interessi, calpestati dalle logiche perverse del potere e del denaro. Davanti a questi scenari, il Papa ci chiede di non restare inerti e rassegnati, ma di “rispondere con una nuova visione della vita e della società”.

È dunque un appello a contribuire in modo efficace al cambiamento della storia generando e promuovendo vero sviluppo, secondo quanto enunciato dalla Populorum Progressio, fino ad arrivare alle recenti attenzioni tramite la costituzione Dicastero “Per lo sviluppo umano integrale”.

Un appello alla necessità di perseguire il bene comune, nella comunione e nella condivisione, altro termine fondamentale. È nella costruzione della comunione attraverso la condivisione infatti che la comunità si accorge di chi è ai margini e si adopera per accogliere, o ri-accogliere chi non siede alla mensa del banchetto eucaristico. Nel Padre nostro, ci ricorda il Papa, “il pane che si chiede è “nostro”, e cioè da condividere, nella consapevolezza che l’amore verso il povero trova radice in Dio. I poveri, insieme all’Eucarestia, sono carne viva di Cristo.

In quest’ottica i poveri e la povertà più che un problema, sono una risorsa a cui attingere per accogliere e vivere l’essenza del Vangelo, ripensando i nostri stili di vita, rimettendo al centro le relazioni fondate sul riconoscimento della dignità umana come codice assoluto.

Al punto n.4 del Messaggio il Santo Padre sottolinea che “per i discepoli di Cristo la povertà è anzitutto una vocazione a seguire Gesù povero…che conduce alle Beatitudini”. Quasi un manifesto per la buona riuscita della vita cristiana: “La povertà è un atteggiamento del cuore che impedisce di pensare al denaro, alla carriera, al lusso come obiettivo di vita e condizione per la felicità. È la povertà, piuttosto, che crea le condizioni per assumere liberamente le responsabilità personali e sociali, nonostante i propri limiti, confidando nella vicinanza di Dio e sostenuti dalla sua grazia”.

Infine un nuovo richiamo alla concretezza con l’invito alle comunità cristiane, nella settimana precedente la Giornata Mondiale dei Poveri, “a creare tanti momenti di incontro e di amicizia, di solidarietà e di aiuto concreto”. Su questo, come Caritas, siamo chiamati ad attivarci affinché nelle varie Diocesi l’invito venga accolto e declinato in proposte e iniziative.

 

 

Generazioni in…consapevoli? Si discute di coscienza critica a Bellocchi di Fano

 

Generazioni in…consapevoli?” è il tema dell’incontro in programma venerdì 16 giugno, alle ore 21, presso la Sala Don Lorenzo Milani (via I Strada – Bellocchi). Un appuntamento, organizzato dall’Ufficio diocesano per i problemi sociali e il lavoro e dall’associazione Il Paese dei Balocchi, per conoscersi, confrontarsi e condividere alcuni dei temi più interessanti per lo sviluppo di una coscienza “critica” rispetto alla realtà che viviamo.

 

Dopo il saluto di don Giuseppe Cavoli, parroco di San Sebastiano, e l’introduzione a cura di Federica Rossi dell’associazione “Il Paese dei Balocchi”, seguiranno gli interventi di Francesco Gesualdi dell’associazione “Centro Nuovo Modello di Sviluppo” e del Vescovo Armando.

 

La serata sarà condotta da Gabriele Darpetti, Direttore dell’Ufficio diocesano per i problemi sociali e il lavoro.

locandina-generazioni-inconsapevoli

Ricominciamo dalla Costituzione: tra unità della Repubblica e autonomie territoriali

“Ricominciamo dalla Costituzione” è un ciclo di incontri pensato e organizzato dal Gruppo Fuoritempo per far riscoprire l’importanza e la bellezza della nostra attuale Costituzione.
Diversi gli appuntamenti dove rileggeremo e approfondiremo i primi dodici articoli della Carta Costituzionale

Martedì 4 aprile dalle ore 21:00 alle ore 23:00, ad Orciano di Pesaro (PU) presso il Circolo ACLI “G. Toniolo”in Via Cesare Battisti 7; si svolgerà l’incontro ”Alla ricerca della Pace”.

Verranno affrontati gli Articoli 6, 7, 8, 11 e 12 della Costituzione attraverso gli interventi di:

  • Luciano Benini (Movimento Internazionale della Riconciliazione)
  • Michela Pagnini (Caritas diocesi Fano-Fossombrone-Cagli-Pergola)

Evento realizzato in collaborazione con A.N.P.I. Provincia di Pesaro-Urbino e A.C.L.I. Orciano.

Primavera della legalità; programma 2017

Anche quest’anno torna la “Primavera della Legalità”.

Tante le iniziative sparse su tutto il territorio della  provincia e non solo; toccando anche Napoli e Grottamare, quest’anno si arriva fino a Luglio.

Maggiori informazioni al sito: www.primaveradellalegalita.it

 

Scuola di Pace “Carlo Urbani”

Sta per prendere il via il XIV anno di Corso di “Scuola di Pace” Carlo Urbani.

Scuola di Pace da sempre affronta tematiche quali: Nonviolenza – Giustizia – Salvaguardia del creato – Cittadinanza responsabile.

Tutti gli incontri sono gratuiti e, per chi lo richiederà, verrà rilasciato un attestato.

Sabato 28 gennaio 2017 ore 16.30
Guerra Pace Nonviolenza: 50 anni di storia e impegno
Con Paolo Candelari e Ilaria Ciriaci autori del libro

 

Sabato 11 febbraio 2017 ore 16.30
Esportare i conflitti, globalizzare il terrore. Chi vuole la pace in Medio Oriente?
Anna Maria Medici docente di Storia dell’Africa – Università “Carlo Bo” di Urbino

 

Sabato 18 febbraio 2017 ore 16.30
Raccontiamo la guerra per insegnare la pace
Nino Fezza, giornalista e reporter di guerra e Matthias Canapini, fotoreporter

 

Sabato 25 febbraio 2017 ore 16.30
Le chiavi dell’accoglienza Esperienze a confronto
Caritas Italiana- Comunità di S.Egidio- Caritas diocesana di Bergamo

 

SCARICA –>  Locandina Scuola di Pace 2017

SCARICA–>  Pieghevole Scuola di Pace 2017

 

Per ogni altra informazione: www.caritasfano.it ;  saladellapace@gmail.com
Collaborano con la Scuola di Pace:
ACLI Provinciali, Azione Cattolica Diocesana, Ass. Banca del Gratuito, Ass. Un mondo a quadretti, L’Africa chiama, Circolo Culturale Bianchini, Fondazione Caritas Fano onlus, MIR Movimento Internazionale della Riconciliazione, Ufficio diocesano per i problemi sociali e il lavoro, Centro Missionario Diocesano, Ass. L’Alveare, APITO, Ufficio diocesano Migrantes.

 

 

Corso ACLI per promotori sociali

Il Promotore sociale è un volontario attivo sul territorio capace di orientare le persone su questioni di natura previdenziale, assistenziale e fiscale.
 Acli ha organizzato un corso  per preparare queste importanti figure. Gli incontri si terranno  a Lucrezia di Cartoceto.

Progetto S.O.S. e centri CeSC

In Via Fanella 23 a Fano, accanto al Consultorio Diocesano, è avvenuta l’inaugurazione dell’Opera segno di Misericordia Progetto “SOS-Salute”, e dei suoi locali presso la sede di Fano. 

Il Progetto, finanziato con i fondi dell’ 8X1000, nasce a fine 2015 a seguito di una riflessione sui bisogni del territorio e sarà un servizio di orientamento e ascolto riguardo al tema della salute.

Due sono le sedi coinvolte:  una a Fano ed una a Ponte Degli Alberi, Vicaria di Fossombrone, presso i locali della cooperativa “Art. 32″.

Si può accedere al servizio solo tramite appuntamento.

Orari delle sedi:

  • CeSc Ponte degli Alberi, Via Ponchielli 27: Lunedì 10.00-12.00
  • CeSC Fano, Via Fanella 93: Martedì 15.00-17.00 e Giovedì 10.00-12.00

Per info e appuntamenti:

  •  Tel : 3899531984, si può chiamare tutte le mattine dalle ore 9:00 alle ore 13:00

Contatti:

  • Tel: 0721827351-0721828830
  • E-mail: progettosalute.caritasfano@gmail.com

Corso di formazione sul tema della migrazione: Incontro e conosco, quindi accolgo

Scarica : Brochure corso immigrazione

Giovedì 10 novembre alle 16.30 prende il via il corso di formazione INCONTRO E CONOSCO, QUINDI ACCOLGO con il primo incontro, dal titolo “Le cause delle migrazioni”.

Il corso tratta le tematiche dell’accoglienza e dell’immigrazione. E’ rivolto a tutti, in particolare ai volontari e operatori delle Caritas parrocchiali e associazioni in stretto contatto con le realtà dell’accoglienza di stranieri, migranti e richiedenti asilo.
Il corso è in fase di accreditamento dall’Ordine Assistenti Sociali Marche per n.25 C.F.
Tutti gli incontri si terranno a Fano, in Via Roma 118, presso il Centro Pastorale Diocesano.