crisi

Oltre i paradossi europei. Un appello per un’Europa dei diritti, dell’accoglienza e dell’inclusione

Oltre i paradossi europei. Un appello per un’Europa dei diritti, dell’accoglienza e dell’inclusione

Congiuntamente agli aderenti della Campagna “Una sola famiglia umana, cibo per tutti: è compito nostro”, MISSIO, FOCSIV e CARITAS hanno organizzato dal 7 al 9 luglio 2016 un evento di tre giorni ad Atene dal titolo “Grecia, paradosso europeo, tra crisi e profughi”.

 Nell’occasione è stato preparato un Dossier (.pdf) che analizza la situazione dei profughi sia dal punto di vista internazionale che nazionale.
Il Seminario ha avuto anche lo scopo di fornire un’analisi aggiornata della situazione condivisa con le Chiese locali, per avanzare proposte a livello ecclesiale, sociale, istituzionale ed europeo e fare il punto sui progetti di solidarietà. Nel pomeriggio del 7 luglio le delegazioni dei vari paesi hanno visitato i nuovi centri di ascolto e accoglienza per rifugiati di Atene.  Al termine e’ stato diffuso un appello degli organizzatori per una Europa dei diritti, dell’accoglienza e dell’inclusione. Leggi qui in .pdf.
Posted by Giada Bellucci in Emergenze e Appelli, eventi
Ricerca Volontari Mensa SOS 2016

Ricerca Volontari Mensa SOS 2016

Dal 1 al 28 agosto la Mensa di San Paterniano chiude per sanificazione dei locali.

Quest’anno la Parrocchia Gran Madre di Dio in San Lazzaro, ospiterà per la prima volta la Mensa SOS-titutiva; precedentemente organizzata presso i locali del Centro “RiCibiAmo” in  Via Piave.

La Mensa SOS-titutiva è un’opera di assistenza ai poveri che per circa un mese all’anno (1-28 agosto),  supplisce alla necessaria sospensione del servizio mensa della città.

I poveri richiedono accoglienza  anche in estate.

Il servizio è un modo per restituire loro la dignità di essere umani e per sperimentare sé stessi nella cura e nell’amore verso i bisognosi.

Se hai voglia di provare un’esperienza di volontariato leggi la locandina:

 

Posted by Giada Bellucci in eventi
Come sostenere il progetto “Sulla Strada di Casa”

Come sostenere il progetto “Sulla Strada di Casa”

Il Progetto Sulla Strada di casa nasce dalla  concreta riflessione che l’attuale situazione di crisi economica rende ad oggi insufficienti gli interventi fatti e  che il problema abitativo per le persone in situazioni di povertà estrema si sta ampliando per i singoli e le famiglie più fragili (nuclei monoparentali ,mono reddito, disoccupati da lungo tempo, ecc)

Servizi aggiuntivi del progetto e come puoi aiutarci:

Il progetto mira a coinvolgere privati che abbiano case da affittare all’interno del territorio della nostra Diocesi e che desiderino contribuire nel sostenere singoli e famiglie in difficoltà. Il pagamento del canone di affitto concordato e il rispetto dei patti stabiliti sarà garantito dal progetto “Sulla Strada di Casa” che sosterrà educativamente ed economicamente le famiglie e i singoli in carico.

Ente titolare del progetto è la Fondazione Caritas Fano onlus mentre l’ente gestore è la Cooperativa Crescere. 

Obiettivi principali del progetto “Sulla strada di casa” sono:

  • Sostenere e educare le persone in difficoltà da tempo conosciute e seguite dal Centro d’ascolto della Caritas Diocesana, dall’assistente sociale dell’ATS (all’interno dei progetti sulla povertà estrema e relativa) e dai Servizi Sociali territoriali, attraverso la realizzazione di un progetto individuale di sostegno (PIS) che li aiuti a superare le loro difficoltà economico-lavorative.
  • creare e gestire una struttura residenziale di seconda accoglienza (alloggio sociale per adulti in difficoltà autorizzata ai sensi della LR. 20/2002) e due mini-appartamenti (housing sociale per piccoli nuclei familiari o mono-parentali) comprensivi di operatore per l’accompagnamento degli ospiti.
  • Creazione di un’equipe Territoriale Disagio Abitativo (formata da vari soggetti, pubblici e privati) che possono sperimentare una modalità di lavoro in rete, per la realizzazione del Progetto individualizzato di sostegno e per l’ottimizzazione e il coordinamento dei servizi e delle risorse presenti sul territorio.

 

Quindi se hai un appartamento da affittare e vuoi renderlo strumento di sostegno,  per chi vive una situazione di disagio abitativo, contattaci pure! 

Contatti:

  • FONDAZIONE CARITAS FANO Via Rinalducci, 11 – Fano (PU)
Tel/Fax 0721 827351
e-mail: info@caritasfano.net

 

  • COOPERATIVA CRESCERE Coordinatrice Dott.ssa Cora Falcioni Via Arco d’augusto, 24-Fano (PU)

Tel  0721 830758 Fax 0721/833133
e-mail: sullastradadicasa@cooperativacrescere.it

Posted by Giada Bellucci in news
Nubifragio Marotta (PU) e Cesano (AN)

Nubifragio Marotta (PU) e Cesano (AN)

Vi informiamo che a Marotta (frazione di Mondolfo in provincia di Pesaro e Urbino) e a Cesano (comune di Senigallia, AN)  si sono verificati nei giorni scorsi ( 10,11,12 giugno) dei circoscritti ma violentissimi nubifragi che hanno allagato con acqua e fango seminterrati e primi piani di abitazioni ed esercizi commerciali.
La località di Marotta ha riportato i danni maggiori solo nella parte ricadente nella diocesi di Senigallia. Nella porzione della diocesi di Fano l’unica realtà grande colpita è la parrocchia, dove la situazione è stata poi normalizzata.
Nella porzione più colpita di Marotta il Comune ha  mobilitato le proprie forze, il coordinamento  del COC si è svolto  presso il palazzetto dello sport.
A Cesano di Senigallia, lungo la SS 16, sono state  molte le abitazioni in cui si sono riversati acqua e fango.
Sabato 11 giugno, alle 9.00 presso la rotatoria di Cesano (vicino al centro commerciale il Maestrale)  la Caritas di Senigallia ha raccolto volontari, mezzi e attrezzature, grazie ad  un appello sulla propria pagina Facebook.
Si ringraziano tutti i volontari che hanno partecipato alle operazioni.
Posted by Giada Bellucci in Emergenze e Appelli
Emergenza migrazioni:i piani d’azione UE-Turchia, la situazione siriana e i diversi fronti della crisi greca

Emergenza migrazioni:i piani d’azione UE-Turchia, la situazione siriana e i diversi fronti della crisi greca

Venerdì 18 marzo è stato sancito, tra i 28 leader europei e il premier turco Ahmet Davutoglu, l’accordo bilaterale per la gestione dell’emergenza migranti.

La  paura che la Grecia possa diventare un enorme serbatoio di disperati ha dato un’accelerata all’accordo. I cinque suoi  pilastri , articolati in 9 punti, sono nell’ordine: rimpatri in Turchia, divieto di espulsioni collettive, meccanismo 1+1, liberalizzazione dei visti e aiuto economico della Turchia.

Tanti i dubbi e la complessità delle decisioni adottate; l’ufficio immigrazioni di Caritas Italiana ha elaborato un’attenta analisi sui contenuti e le possibili conseguenze dell’ dell’accordo UE – Turchia. Per esempio: esistono attualmente, per i profughi che fuggono dalle guerre, vie regolari per entrare in UE passando per la Turchia?Come si conciliano le accuse mosse da molti paesi europei al governo di Ankara,  riguardo alla suo non rispetto di alcuni diritti fondamentali, con il trasferimento coatto in Turchia dei profughi giunti in Grecia irregolarmente?

Questo nuovo accordo rischia di creare enormi ingorghi nei rimpatri ed i profughi, pur di fuggire dalle guerre, potrebbero indirizzarsi su altre rotte molto più pericolose;  come quelle del Mediterraneo, gestite di fatto da trafficanti di esseri umani, implementando così il loro potere ed i loro  guadagni. Note sono le perplessità  riguardo l’inefficacia dimostrata fino ad oggi, dei meccanismi del “ricollocamento ” (resettlement) e del “reinsediamento” (relocation). Evidente è la mancanza di volontà politica dei paesi che dovrebbero accogliere volontariamente i rifugiati, secondo le quote elaborate lo scorso anno dalla Commissione europea.

L’ammissione della Turchia all’UE deve avvenire attraverso il reale rispetto dei diritti e delle libertà, come quella di stampa, attualmente mancanti in Turchia. Gli accordi presi, anche in altri ambiti, di fatto mostrano un mercanteggiare l’ingresso nell’Unione sulla pelle dei rifugiati negoziando e “prezzando” i diritti umani, comportamento avallato e incoraggiato proprio dalla UE.

In questo scenario i “cacciati e rifiutati”  profughi siriani, dei quali si racconta l’esodo in un dossier di Caritas Italiana, stanno vivendo il quinto anno di “terza guerra mondiale combattuta a pezzetti”, che si sta svolgendo anche e sopratutto in Siria. Questo conflitto coinvolge ben 97 attori, tra fazioni politiche, milizie e stati. Sul campo, si trovano su fronti opposti anche i due grandi  blocchi del mondo occidentale -Usa e Russia- e i due grandi blocchi del mondo “mondo arabo “- Arabia Saudita ed Iran-.  Gli interessi in ballo sono il più grande bacino di idrocarburi nel mondo, una nuova leadership mondiale e la nuova leadership regionale.

La Grecia, per tanto, è preda dei diversi volti della crisi riportati in un documento di Caritas Italiana, tra emergenza profughi e crisi economica. Un dato su tutti, 50.000 rifugiati attualmente bloccati in questo stato, di cui 13.250 solamente nel tristemente noto villaggio di Idomeni, ai confini con la Macedonia. Contemporaneamente Caritas Italiana, oltre al sostegno alla popolazione migrante, sta promuovendo dal 2012 progetti per la popolazione locale, sia con attività di sostegno al reddito sia con attività di sviluppo di imprenditoria sociale.

Posted by Giada Bellucci in eventi
Colletta del 14/11/15 per l’igiene della casa e della persona nei punti vendita  “Acqua e Sapone”

Colletta del 14/11/15 per l’igiene della casa e della persona nei punti vendita “Acqua e Sapone”

Comunichiamo che durante  la giornata di sabato 14 novembre   si svolgerà presso i tutti i  punti vendita della catena “Acqua e Sapone” una colletta per la raccolta di beni per l’igiene della casa e della persona;  simile alla classica colletta alimentare annuale che si svolge da tempo a Novembre.
I beni raccolti nella nostra Diocesi rimarranno sul nostro territorio e redistribuiti presso le Caritas Parrocchiali  che si offriranno come volontarie nella gestione della giornata.

 

Posted by Giada Bellucci in eventi
Presentazione 3° dossier statistico: “Incontro e Conosco, quindi Accolgo”

Presentazione 3° dossier statistico: “Incontro e Conosco, quindi Accolgo”

Giovedì 19 novembre 2015 alle ore 16.00, a Fano, in  Via  Arco di Augusto, n. 2,  presso
la sala S. Michele (sede facoltà di economia-universita’ di Urbino) avrà luogo la presentazione
del 3° Dossier Statistico su Povertà e Risorse – Rapporto 2015 dal titolo
“Incontro e Conosco, quindi Accolgo”.

L’ incontro e il relativo dossier pubblicato, vertono  sulla presentazione dei dati relativi alle povertà e risorse rilevate nel nostro territorio nell’ultimo quadriennio, in coincidenza con il periodo di crisi occupazionale ed economica.

Si informa che a conclusione della presentazione sarà consegnata copia gratuita del rapporto e si dichiara inoltre la propria disponibilità, qualora richiesta, per fornire eventuali ulteriori informazioni.

 

Posted by Giada Bellucci in eventi, Senza categoria
BANCHI DI PROVA

BANCHI DI PROVA

Sabato 26 settembre , presso il Castello di Frontone, ci sarà la presentazione di questo importantissimo progetto ideato per  promuovere l’autoimprenditorialità e contrastare l’emarginazione sociale.

Il progetto “Banchi di prova” vuole promuovere l’inclusione sociale e lavorativa di soggetti svantaggiati attraverso la valorizzazione del territorio, la formazione e la trasmissione pratica dei saperi.

Qui sotto trovate il programma della giornata:

ore 9.30 Accoglienza
ore 10.15 Saluti delle autorità
ore 10.45 Introduzione degli organizzatori
ore 11.00 Presentazione del progetto “Banchi di Prova”
ore 11.45 Presentazione del calendario delle iniziative

L’INCONTRO E’ APERTO AL PUBBLICO.
LA CITTADINANZA E’ INVITATA A PARTECIPARE.
PER INFORMAZIONI: banchidiprova@gmail.com – 0721/827351
Pagina Facebook: Banchi di Prova

 

 

Posted by Giada Bellucci in eventi