Centro di Ascolto

Contrastiamo la povertà: la misura del REI

Contrastiamo la povertà: la misura del REI

Molte persone e famiglie che vengono incontrate dalle Caritas Parrocchiali, hanno il diritto di far domanda per l’accesso alla misura di contrasto alla povertà  denominata REI (reddito di inclusione sociale); che dal 1° GENNAIO 2018 ha sostituito il SIA ( sostegno per l’inclusione attiva) e l’ASDI (assegno di disoccupazione).

Il REI prevede un progetto personalizzato di attivazione sociale e lavorativa sotto la regia  dei servizi sociali del comune di residenza, volto al superamento della condizione di povertà; anche attraverso un contributo economico, erogato con una carta di pagamento elettronica. La richiesta deve essere fatta presso il Comune di residenza o eventuali altri punti di accesso indicati dai comuni.

Per l’accesso sono necessari dei requisiti specifici, residenziali, familiari, economici e di altra natura. Informarsi bene è il primo passo per esercitare e far conoscere questo diritto a favore dei più fragili.

Se volete saperne di più e aiutarci, cliccate e condividete gli allegati–>

Posted by Giada Bellucci in in evidenza, news
Corso di formazione: “Diverso io, diverso tu, ma diversi da chi?”

Corso di formazione: “Diverso io, diverso tu, ma diversi da chi?”

E’ in arrivo  a partire da aprile un nuovo corso di formazione per animatori delle Caritas Parrocchiali e non solo. Le tematiche, saranno trattate a partire dallo sguardo della relazione d’aiuto, ovvero del farsi prossimo al fratello, approfondendo argomenti molto attuali e concreti. Il corso è stato pensato per venire incontro alle esigenze di ascolto e di chiarificazione su alcuni aspetti della realtà, incontrati sia dagli animatori delle Caritas Parrocchiali, sia da chiunque presti un servizio in parrocchia o voglia semplicemente approfondire un tema “caldo”.

Gli incontri si terranno nell’ orario del dopo cena, dalle ore 21.00 alle ore 23.00, presso la “Sala della Pace”, a fianco del Centro d’Ascolto di Caritas Diocesana in Via Rinalducci 11 a Fano.

Incontreremo assieme la diversità sotto diverse vesti e sfumature, per riconoscerla e declinare la nostra vicinanza ai fratelli, in base alle caratteristiche dei suoi aspetti di fragilità.

Locandina scaricabile in PDF –>locandina-corso

Le date:

5 aprile: Gli altri: le fragilità 1
con Nadia Ben Hassen
Incontro volto ad approfondire le tematiche dell’immigrazione e del contesto culturale all’interno della relazione d’aiuto.

19 aprile: La relazione d’aiuto nelle emergenze
con Andrea Piscopo
Un’opportunità per focalizzarsi sulla relazione d’aiuto nelle emergenze entrando nella concretezza dell’esperienza del terremoto, che purtroppo ci ha toccato tutti da vicino.

3 maggio: Gli altri: le fragilità 2 -le dipendenze
Con Alessia Guidi
Purtroppo la piaga delle nuove dipendenze, come il gioco d’azzardo patologico  e le dipendenze da internet , si fanno sempre più sentire all’interno delle nostre comunità. Approfondiamo insieme la conoscenza di questa fragilità. 

31 maggio: Gli altri :le istituzioni
Con Andrea Mancini
Per creare veri percorsi promozionali per i poveri che incontriamo è necessario lavorare in rete, perciò quest’incontro approfondisce alcuni elementi utili per una comunicazione efficace con gli enti pubblici e gli altri soggetti del territorio.

 

Posted by Giada Bellucci in eventi, in evidenza, news
Caritas Diocesana e i giovani: un nuovo anno di servizio civile volontario

Caritas Diocesana e i giovani: un nuovo anno di servizio civile volontario

Un nuovo anno di servizio civile al volontariato è iniziato per 20 giovani che hanno fatto domanda nell’ente Caritas. I progetti coinvolti in questo nuovo anno riguardano il Centro d’ascolto diocesano, il centro documentazione “Sala della pace”, un centro diurno per minori gestito dall’Associazione “Volontari nella solidarietà” e tre oratori parrocchiali di Fenile, San Lazzaro e Torrette di Fano.

Il percorso che i giovani si trovano a percorrere è formato in gran parte dal servizio ai poveri, ai giovani e ai più piccoli della società, prevalentemente nel territorio della nostra diocesi; dall’altra è un percorso di formazione personale per una crescita professionale e globale del giovane.

Alcuni dei giovani provengono da diverse parti della nostra diocesi ed altri da fuori. L’obiettivo è quello di cercare di formare loro ad uno sviluppo ed una conoscenza della sfera Caritas che possa un domani essere concretizzato in maniera capillare nei territori dove vivono, sensibilizzandoli ai compiti e al mandato che contraddistinguono Caritas, promozione Umana, promozione Caritas e Pace Mondialità.

Nell’anno dedicato al Sinodo sui giovani, auguriamo loro un anno ricco di scoperte, soddisfazioni e di grande crescita umana e professionale, accompagnati sempre dalle figure di riferimento che li accompagnano in maniera accurata e con grande passione.

Posted by Giada Bellucci in in evidenza, news
Halloween solidale nella Parrocchia San Cristoforo di Fano

Halloween solidale nella Parrocchia San Cristoforo di Fano

La Parrocchia di San Cristoforo rinnova anche quest’anno la tradizione di vivere un Halloween e una festa di Ogni Santi un po’ particolare e innovativa.

 

Tratto da:  http://www.sancristoforofano.it/torna-halloween-solidale/

VIDEO HALLOWEEN SOLIDALE

Cosa succede se i gruppi giovanili di una parrocchia incrociano la necessità di una comunità con la voglia di dare senso al loro far festa? Accade che nascono iniziative come Halloween solidale che, negli anni, si migliorano sia in termini organizzativi sia in risposta da parte dei parrocchiani.

Quello che accadrà sarà quindi un cliché consolidato nel tempo, proposto dal settore Giovani dell’Azione Cattolica assieme alla Caritas parrocchiale: dei giovani si aggireranno per le vie della parrocchia di San Cristoforo bussando alla porta di ognuno, chiedendo alimenti a lunga conservazione da devolvere alla Caritas parrocchiale. Niente denaro o altri oggetti di diversa natura. D’altronde non è necessario né sentirsi obbligati né pensare di dover regalare ingenti quantitativi di alimenti, ma solo quello che il cuore e la disponibilità permettono di donare.

L’appuntamento è dunque per il pomeriggio di martedì 31 ottobre 2017, dalle ore 15 alle 19:30.

I ragazzi si recheranno in visita in tutte quelle case a cui è stato consegnato il volantino che trovate allegato qui sotto. Se per vari motivi non si riuscisse a passare in qualche casa, ci scusiamo e vi informiamo che è possibile consegnare direttamente in parrocchia, nei giorni seguenti, gli alimenti che si pensava di donare in tale occasione.

 

 

Posted by Giada Bellucci in news
Incontro: Solidarietà a Fano

Incontro: Solidarietà a Fano

Appuntamento informativo e divulgativo del Progetto “-Scarti + Cibo e Lavoro”.

 

 

 

Posted by Giada Bellucci in eventi, news, Senza categoria
Ringraziamento per le offerte a sostegno dell’emergenza terremoto

Ringraziamento per le offerte a sostegno dell’emergenza terremoto

Numerosi sono stati gli aiuti, di tanti fratelli,  rivolti alle popolazioni colpite dal sisma.

La generosità dimostrata dalla nostra Diocesi ha permesso di raccogliere e versare  in una prima quota a Caritas Italiana  € 44.344,73; a tutt’oggi però stanno ancora arrivando offerte.  Partecipazione significativa è stata riscontrata  in occasione della colletta nazionale “terremoto centro Italia” indetta per lo scorso 18 settembre.

Ringraziamo perciò le Parrocchie, i singoli, i circoli, le associazioni e il nostro carissimo Vescovo Armando per questi doni.

In particolare, le offerte raccolte con la colletta svoltasi durante la  Celebrazione conclusiva del Giubileo straordinario della Misericordia sono state € 1.308,03.

Queste donazioni andranno a sostegno dei progetti di Caritas Marche  che grazie al Nucleo Operativo Emergenze insieme ai numerosi volontari, alle Parrocchie e alle  Diocesi stesse,  stanno attivando progetti di prossimità, di ascolto e di sostegno.

Ricordiamo che le Diocesi Marchigiane colpite sono Ascoli Piceno, Camerino-San Severino Marche, Fabriano-Matelica, Fermo, Macerata-Tolentino-Recanati- Cingoli-Treia, San Benedetto del Tronto-Ripatransone-Montalto.

Alcune di queste si trovano in particolare a gestire due fronti di emergenza:  i paesi colpiti dal sisma situati nell’entroterra e i paesi sulla costa, che stanno accogliendo le famiglie sfollate nelle strutture ricettive.  Tutto questo cercando di portare avanti anche l’ordinarietà pastorale.

Aggiungiamo alcuni dati: ricordiamo che sono circa 18.500 le persone assistite dal Servizio Nazionale della Protezione Civile, di cui  circa 13.300 solamente nella Regione Marche.

Ringraziamo inoltre le regioni ecclesiastiche del Piemonte, dell’Emilia Romagna, della Calabria e la Chiesa di Milano che stanno attivando gemellaggi con le Diocesi colpite.

 

Posted by Giada Bellucci in news