Giovani protagonisti

A tutti i giovani che Caritas incontra,  viene proposto di diventare  protagonisti; cioè di diventare i personaggi principali, quelli più importanti, quelli sui quali si basa l’intera opera. L’opera in questione è la loro stessa vita. Per farlo, oltre al metodo del servizio già di per sé estremamente formativo, vengono offerte occasioni più specifiche e di riflessione, durante le quali è per loro possibile, narrare, sotto diverse forme, i loro vissuti in merito a questo anno così intenso. La condivisione del nostro profondo sentire,  del dare “noi stessi da mangiare”, è una delle occasioni più belle e preziose per aprire noi stessi al mondo e concedergli la possibilità di farlo sbirciare nei nostri cuori. Le visioni che ne avrà saranno sicuramente delle spennellate di colore, che arricchiranno le grigie immagini che la società oggigiorno ci da in pasto in maniera compulsiva. Cambiare noi stessi per cambiare il mondo, diceva qualcuno. Stanchi, di assomigliare a delle  oche da foie gras, i nostri giovani, cominciano a lasciare le loro impronte nel mondo e regalano a tutti voi dei piccoli frammenti di cielo.

Intervista a Federici Ilaria, ragazza in servizio civile nell’anno 2015-2016

Visita allo stagno Urbani; 25/05/16

Secondo posto concorso fotografico “Immagini di Misericordia”; 22/05/16

Esperienze dei  giovani in servizio civile 2014/2015

Saluto dei giovani in Servizio Civile 2015/2016

La Diocesi si avvale di una struttura ad “Uffici Pastorali“, ovvero gruppi di volontari e consacrati che dedicano il proprio servizio alla Chiesa come comunità curando un aspetto particolare di questa.

Collaborazioni tra uffici Pastorali 2015